Slow Wine Fair 2024, torna la fiera del vino buono

Slow Wine Fair 2024. Torna dal 25 al 27 febbraio la fiera del buon vino con oltre 800 cantine confermati da tutto il mondo produttori di vino biologico e biodinamico. Una tre giorni ricca di appuntamenti all'insegna della sostenibilità e dei valori di Slow Food. 

Anche quest'anno Terre Margaritelli sarà presente allo  Stand C 26 - Pad 20. 

Slow Fine Fair: gli appuntamenti dell'evento 

 

A Bologna, a febbraio, la fiera supererà per la prima volta le 800 cantine. Tra i produttori che hanno già confermato la propria presenza le rappresentanze dai territori classici, come Austria, Francia, Germania e Spagna, e da quelli tutti ancora da esplorare, come Argentina e Cile, Georgia e Turchia, oltre che Australia e Cina.

Tre giorni dedicati al vino buono, pulito e giusto: la terza edizione di Slow Wine Fair, torna a Bologna dal 25 al 27 febbraio 2024. Da oggi, sul sito della manifestazione www.slowinefair.it, è possibile prenotare le prime Masterclass in programma e registrarsi alle conferenze online, accedere alla lista delle prime 400 cantine già selezionate nel catalogo della fiera e candidare il proprio “locale del cuore” per il Premio Carta Vini Terroir e Spirito Slow. 

Il ricco programma di Slow Wine Fair si apre con tre conferenze online, in programma, il 17 gennaio e il 7 febbraio. Al centro, naturalmente, il tema del suolo, affrontato da diversi punti di vista. Insieme agli esperti Claude e Lydia Bourguignon e a Francesco Sottile, agronomo e membro del board internazionale di Slow Food, si parla di rigenerazione e fertilità del terreno; Saverio Traini, agronomo e vice presidente del Biodistretto San Gimignano, e il sustainability consultant Íñigo Álvarez de Toledo trattano il tema del suolo come bene comune e della necessità che la politica si occupi di tutelarlo; infine, si discute di suolo come strumento di mitigazione degli effetti del cambiamento climatico, ascoltando gli interventi di Viviana Ferrario, professoressa associata presso l’Università IUAV di Venezia, Francesco Bordini, agronomo e consulente enologico, e Pedro Parra, esperto di terroir, Adriano Zago, agronomo e direttore Cambium formazione, primo master internazionale in biodinamica per il vino. 

Confermate le Masterclass, le degustazioni guidate rivolte agli appassionati e ai professionisti del settore, e dedicate a esplorare il panorama vinicolo italiano e internazionale e l’affascinante mondo degli amari.

Un vino che non è soltanto buono da bere, ma che porta con sé valori come la tutela della biodiversità, la difesa del paesaggio agricolo e la salvaguardia delle risorse. Un vino che, al tempo stesso, afferma l’importanza che, attorno alle cantine, si diffonda la cultura – e non la moda – del vino. Un vino autentico, riflesso del territorio di riferimento, senza sofisticazioni e compromessi.

 

Vite sana in suolo sano Il tema della terza edizione 

 

Cosa significa rigenerare il suolo e perché è importante per la viticoltura? In che modo il suolo influenza il benessere delle comunità e l’equilibrio degli ecosistemi? E perché rappresenta un fondamentale presidio di protezione contro la crisi climatica? Esperti, produttori e professionisti rispondono a queste domande nelle conferenze online della Slow Wine Fair, momenti di confronto che mettono a fuoco il tema centrale di questa terza edizione, anticipando il programma di incontri in presenza che si svolgono a BolognaFiere dal 25 al 27 febbraio 2024. 

Se nell’edizione 2022 i convegni digitali si erano concentrati sui cardini del Manifesto Slow Food per il vino buono, pulito e giusto, per poi approfondire nel 2023 i temi legati alla crisi climatica, al sistema delle denominazioni e all’importanza del biologico, quest’anno l’attenzione è dedicata alla fertilità del suolo. Perché solo da un suolo fertile e sano può derivare un vino buono, in tutti i sensi. Le conferenze online sono organizzate nei mesi antecedenti alla Slow Wine Fair, in modo da consentire a esperti e appassionati in ogni angolo del mondo di collegarsi e partecipare a questi importanti momenti. Tutti gli appuntamenti sono fruibili gratuitamente su registrazione. 

7 febbraio alle 18 Che conseguenze hanno avuto frane e inondazioni in Emilia-Romagna, Toscana e Liguria? Con quale approccio si possono affrontare gli effetti di questi eventi catastrofici? Proteggere il suolo è fondamentale per mitigare gli effetti della crisi climatica e per preservare la qualità della nostra atmosfera, e delle nostre vite. Ne parlano Viviana Ferrario, professoressa associata presso Università IUAV di Venezia, specializzata sul tema delle trasformazioni del paesaggio agrario nel corso del tempo, Francesco Bordini, agronomo e consulente enologico, Pedro Parra, esperto di terroir, Adriano Zago, agronomo e direttore di Cambium formazione, primo master internazionale in biodinamica per il vino.

 

Slow Wine Fair 2024: un dibattito attorno allo sfruttamento del suolo 

 

Apriamo gli occhi e guardiamo il suolo Si può parlare di vino guardando al suolo? Certo, anzi: farlo è doveroso. Il suolo è la base della vita sulla Terra, perché è nel suolo che nasce ciò di cui ci nutriamo. È un bene fondamentale e insostituibile, eppure lo si trascura, lo si maltratta, lo si deturpa. Lo si inquina in tanti modi, ad esempio utilizzando fertilizzanti, diserbanti e insetticidi, che danneggiano la biodiversità del suolo, dove si trovano due terzi di tutti gli esseri viventi del pianeta. I microrganismi che abitano il suolo non sono soltanto ospiti: a loro dobbiamo la possibilità di coltivare la terra. Frantumano il suolo, decompongono la materia organica e favoriscono il nutrimento delle piante rilasciando azoto, restituiscono humus e sostanze minerali semplici, fondamentali per la fertilità e per la formazione di zolle soffici, porose e più resistenti all’azione dell’acqua, del vento e delle lavorazioni meccaniche, aiutano a controllare parassiti e agenti patogeni. Se il suolo è fertile – cioè se è possibile utilizzarlo per coltivare – il merito è della biodiversità che sta sotto ai nostri piedi. Se guardiamo al vino, l’attività biologica è importante anche per un altro motivo: sulla superficie di un suolo vivo vi sono flora e fauna che permettono l'aerazione della terra, consentendo alle radici di affondare in profondità, di raggiungere la roccia e l’argilla, ricche di oligoelementi come zinco e cobalto. 

Elementi, questi, che fungono da cofattori per gli enzimi che permettono alle viti di esprimere gli aromi specifici che distinguono un terroir da un altro. Grazie alla vita nel suolo, insomma, ogni vino è in grado di esprimersi al meglio. Al contrario, fargli del male significa nuocere anche a noi stessi. Eppure, nonostante siano passati più di vent’anni da quando Claude e Lydia Bourguignon pubblicarono Le sol, la terre et les champs (in italiano Il suolo. Un patrimonio da salvare – Slow Food Editore) e molti di più da quando si è cominciato a parlare di biologico, ancora oggi l’agricoltura intensiva e l’allevamento industriale sono sistemi produttivi diffusi, alimentati dalla chimica di sintesi e mossi dallo sfruttamento delle risorse, invece che dalla volontà di rigenerarle. “Il successo della rivoluzione verde, con i suoi vertiginosi incrementi di rese, lasciava immaginare che si potesse continuare a ignorare il ruolo della biologia del suolo nella produzione agricola – scrivevano nel 2002 i coniugi Bourguignon –. Ma la natura, scacciata, ritorna al galoppo, e l’erosione, la salinizzazione dei suoli agricoli, la caduta delle rese, le inondazioni, ci ricordano brutalmente che un’agricoltura che non tenga conto della vita del suolo è incapace di durare”. Tenerlo a mente anche in vigna, e agire di conseguenza, significa porre le basi per un futuro in cui sia possibile continuare a coltivare. Se amiamo il vino, preoccupiamoci di assicurargli un futuro: amiamo il suolo.

 

 

Altre storie

NEWS/EVENTI

Osteria del Posto - Serata degustazione in abbinamento al menu

Mercoledì 20 Marzo Ore 20.00 -  Osteria del Posto 
 

Leggi

Gambero Rosso premia Terre Margaritelli per la Vitivinicoltura Sostenibile nella guida Vini d'Italia 2024

L’unica cantina in Italia a ricevere questo ambizioso premio, Terre Margaritelli fa onore all’Umbria e allo storico distretto del vino di Torgiano. Oltre alla riconferma dei 3 bicchieri per Freccia degli Scacchi, la cantina umbra si aggiudica anche questo premio speciale a livello nazionale.

Leggi

La vendemmia di Pinocchio 2023

La vendemmia per bambini in cantina si svolgerà presso Terre Margaritelli il 24 settembre. La vendemmia didattica prevede la pigiatura tradizionale con i piedi. 

Leggi

11 agosto, Fiori, pasta e stelle

Venerdì 11 Agosto: Fiori, pasta e stelle. Una serata a lume di candela per scovare le stelle cadenti. 
 

Leggi

Greco di Renabianca conquista due premi

Il nostro grechetto Greco di Renabianca vince due riconoscimenti Top Wine Slow Food e Wine Hunter Award (Merano Wine Festival) 

Leggi

10 Giugno - Gambero Rosso presenta in anteprima la guida street food 2024 a Terre Margaritelli

Il 10 giugno in anteprima la presentazione de la guida street food 2024 tra i filari di Terre Margaritelli. 

Leggi

18 Giugno - American Brunch in Vigna

American Brunch in Vigna a Terre Margaritelli - Domenica 18 giugno dalle 12.00. 

Leggi

Cantine Aperte 2023, degustazioni guidate, musica, pranzo e cena in vigna

Cantine Aperte 2023, a Terre Margaritelli due giornate di degustazioni guidate, musica, pranzo e cena in vigna. 

Leggi

Terre Margaritelli protagonista dell'evento "Excellence" a la Nuvola di Roma

Venerdì 11 Novembre 2022 alle 14.00 la presentazione dei nostri vini presso la sala We love tasting.

Leggi

Freccia degli Scacchi premiata con i 3 bicchieri dal Gambero Rosso

Il Gambero Rosso premia Freccia Degli Scacchi di Terre Margaritelli con i 3 bicchieri.

Leggi

I migliori vini dell'Umbria secondo Gambero Rosso

Oggi abbiamo scoperto quali sono i migliori vini dell'Umbria secondo il Gambero Rosso. Premiato con i tre bicchieri, il massimo riconoscimento, il nostro Torgiano Rosso Riserva Freccia degli Scacchi 2019

Leggi

La vendemmia di Pinocchio

Una passeggiata tra i filari in compagnia di Pinocchio per scoprire come l’Uva diventa Vino! 

Leggi

Il Torgiano Bianco Costellato riceve il premio qualità prezzo della guida Berebene 2023 del Gambero Rosso

Ancora un premio, questa volta per la differenza qualità prezzo con il nostro Torgiano Bianco Costellato.

Leggi

Slow Wine Fair, la fiera del vino buono torna a Bologna per il secondo anno

Torna lo Slow Wine Fair, la fiera del vino buono. Terre Margaritelli vi aspetta allo  stand T 28, P 15

Leggi

Storie di Vino, Cena degustazione in collaborazione con Le Galline in Cucina Roma

Alla scoperta dei blend, Terre Margaritelli con la collaborazione gastronomica de Le Galline in cucina propone una degustazione curiosa. 

Leggi

21 Giugno 2022 - Un calice un concerto

Il 21 Giugno è la giornata della Musica e noi siamo molto felici di poter festeggiare questa giornata insieme agli amici dell'Umbria che Spacca che hanno creato una meravigliosa cornice selezionando 5 aziende in Umbria. Noi siamo ben lieti di ospitare, tra le nostre vigne, Nate Kantner!

Clicca qui per maggiori informazioni e prenotazioni 

 

Leggi

Sabato 2 Luglio - Anteprima guida Street Food del Gambero Rosso

Una festa dedicata al cibo di strada, tra le vigne, nella splendida campagna umbra. Il prossimo 2 luglio, a partire dalle 12, l’azienda vinicola Terre Margaritelli ospiterà alcuni dei food truck selezionati dalla nuova guida Street Food del Gambero Rosso, per un’anteprima tutta da gustare.

Leggi

3 Luglio 2022 American/Umbrian Party ... aspettando il 4 Luglio

Come ogni anno si rinnova il nostro appuntamento a Stelle Strisce e Tricolore

Leggi

Cantina Sostenibile - Certificato Equalitas

Il Natale 2021 ce lo ricorderemo per tante ragioni non per ultima il raggiungimento di un traguardo per noi tanto importante, l'ottenimento del certificato di Cantina Sostenibile EQualitas.

Leggi

Il Sovescio e la lotta integrata Biologica

Cos’è il Sovescio

Si tratta di un’antichissima pratica eseguita già in epoca Romana; ha lo scopo di restituire nutrimento al terreno e migliorarne la struttura senza l’ausilio di sostanze chimiche o lavorazioni profonde. 

Leggi

Cantine Aperte 2022

28 e 29 maggio un week end ricco di iniziative 

Leggi

Vinitaly 10-13 Aprile 2022 - PAD 2 Area Umbria stand n.35

VINITALY 2022 - Biologico, Sostenibilità, biodiversità e SORriSI … di Terre Margaritelli

Leggi

Fabio Testi - Onore e piacere

Oggi abbiamo avuto l'onore ed il piacere di avere in visita in cantina il grande Fabio Testi. 

Leggi

Cantina - Musica - Sostenibilità

Cantina - Musica  - Sostenibilità - Suoni controvento concerto green in vigna biologica

Leggi

19 Settembre - La Vendemmia di Pinocchio

Ritorna come ogni anno la magia della vendemmia e qui da noi si ripete la Vendemmia di Pinocchio

Leggi

12 settembre 2021 - Suoni Controvento

REMO ANZOVINO

 

 

Leggi

Nuovi amici

Qualche giorno fa ci è venuto a trovare Luca Matarazzo

Leggi

Cena degustazione a Stelle Strisce e Tricolore

Festeggia con noi e gli amici del Caffè Pinturicchio la festa dell'Indipendenza Americana. 

Leggi

Lotta Biologica

La lotta biologica è una tecnica che sfrutta i rapporti di antagonismo fra gli organismi viventi per contenere le popolazioni di quelli dannosi.

Leggi

Decanter World Wine Awards

18esima edizione dei Decanter World Wine Awards (DWWA) 

Leggi

ASTROVINO 6 agosto 2021

Il 6 agosto, in collaborazione con Umbria WIne Club e Umbria Skywatching, approda in azienda Astrovino, percorso tra vigne, vino e stelle.

Leggi

10 Agosto - una serata tra filari e note di tango

Visita, degustazione, cena e code di gallo con il sottofondo della Chitarra di Alessandro Zucchetti e la fisarmonica di di Roberto Fuccelli.  La serata inizierà con la visita dell'azienda alle ore 18.30

COVID19 - Per garantire al massimo i partecipanti e godere in relax della serata, per la partecipazione è richiesto il green pass 

 

Leggi

Vino da Bere - Luca Matarazzo in visita a Torgiano

Qualche giorno fa con grande piacere abbiamo passeggiato, mangiato ed ovviamente stappato insieme ad un fine conoscitore del vino. 

Leggi

Slow Food in Tasca

Slow Food in Tasca,

il portale di consigli su dove mangiare, bere e fare la spesa, consultabile in esclusiva per i Soci Slow Food.

Leggi

Vigneti Aperti 28 - 29 - 30 Maggio

Vigna, vino - Pane e companatico 

Leggi

Degustazione guidata... a casa!!!

Vi offriamo, la possibilità di organizzare una degustazione guidata, un pranzo o una cena con i nostri vini.

Leggi

Tre Bicchieri Gambero Rosso

Il premio piu ambito dalle cantine Italiane approda anche nella nostra azienda.

Leggi

Visite, degustazioni, pranzi

Siamo aperti tutti i giorni con tante novità.

Leggi

50 anni di DOC Torgiano

50 anni di DOC sono un patrimonio storico e culturale che merita di essere celebrato e condiviso.

Leggi

Simon de Brion

La storia è quella di un Papa. Uno di quelli fuori dagli schemi e che scelse Perugia come casa.

Leggi

Cantine Aperte in Vendemmia - La vendemmia di Pinocchio

Leggi

Scopri la convivialità nel cuore verde dell'Umbria.

Prenota una visita

Carrello

Subtotale: € 0.00

Spedizione gratuita per tutti gli ordini di importo superiore a €200!

# Hit enter to search or ESC to close